Questo non sarà una guida di psicologia, o almeno non in senso letterale, perché magari è meglio prestare attenzione a quello che sta attorno a noi, soprattutto gli oggetti che ci circondano. La casa, appartamento- qualunque sia il nome, è li che spendiamo la maggior parte della nostra vita- circondati da mobili, utensili, piccoli oggetti di carattere pratico o decorativo. È appunto questo aspetto che sicuramente ha un impatto sul nostro benessere e umore. Vi presento alcuni esempi delle mie regole soggettive derivanti da espierenza di anni nel campo di progettazione di interni.

Regola 1. Stai sicuro che il tuo divano è abbastanza grande e comodo. La camera per gli ospiti ha perso il carattere „formale”- non è più il posto dove accogliamo gli ospiti come negli anni passati. Siamo diventati le creature sociali- aperti agli altri. Più che 1/3 delle persone che hanno partecipato al sondaggio ha indicato il salotto e soprattutto il divano come il posto dove spende la maggior parte del tempo con la persona che ama! Per questo riccora- un divano grande e comodo con un pouf elegante come un poggiapiedi è la base di vita e di rapporto durevole.

Regola 2. Non esagerare con i colori. Le camere troppo colorate sono troppo distrattive per il nostro corpo- la nostra mente deve lavorare constantemente per elaborare tutte le informazioni- e lo fa inconsciamente, per questo non ti rendi conto del tuo sforzo. Il salotto deve essere in colori neutri- allora ha un impatto tranquillo- vi rende più sicuri e così avete il tempo per coloro che amate.

Regola 3. Tv deve stare in salotto! Non guardo la tv, ma la verità è che il tv deve stare in salotto, perché? La risposta è facile- perché la maggior parte di noi assomiglia il tv con il salotto, quindi automaticamente lo assomigliamo con un posto specifico, tutto ciò ci dà la sensazione di sapienza e quella sapienza ci dà la sicurezza. Molti psicologici sostengono che il tv svolge nei nostri tempi quella funzione che prima svolgevano i quadri o le foto- basta che fosse in un posto adatto e ci sentiremmo che l’area che ci circonda sia abbastanza sicuro.

Regola 4. Il comforto scemo! Così come non si piò sottovalutare il lato oscuro della forza non si può sottovalutare gli accessori né elementi decorativi che ci circondano. Il nostro cervello è indirizzato a percezione visuale perché così riceve in modo più veloce i messaggi di ritorno riguardanti il posto in cui si trova. La foto di voi due fatta durante le vacanze situata su un armadietto sicuramente fa venire in mente i momenti bellissimi ciò incrementa la felicità.

Queste 5 regole sicuramente vi aiuteranno a progettare in modo migliore il salotto- così che sarà per voi confortevole, accogliente e rilassante. Gli oggetti di voi due che ci stanno creano un’oasi di sicurezza e un carino aspetto a cui tornare fa piacere.